skip to Main Content
test-cover

La sensazione tattile del premere i tasti e percepire la penna che pizzica la corda: si può modellare il suono attraverso questa perfetta macchina da musica e quando le dita affondano nei tasti è come lavorare un pane, la stessa emozione nel creare qualcosa di essenziale e di antico.
Il cembalo è vivo, si muove, sente il tempo, le emozioni. Grazie alla gentilezza di squisiti collezionisti ho utilizzato spesso per i miei dischi strumenti originali. Non è detto che tutti gli strumenti antichi siano belli, ma quando lo sono i secoli ne aumentano le doti; io ho avuto la fortuna di suonare degli esemplari straordinari.
La musica antica è anche storia, ricerca, stare in biblioteca con il profumo dei libri, immergersi in un altro tempo, immaginare, ricostruire. Riprodurre l’evento musicale è rendere vivo il segno impresso sulla carta. L’arte come continuo sperimentare, come vita perpetua.

“come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli”

Passavamo sulla terra leggeri – Sergio Atzeni